mercoledì 16 agosto 2017

LA COLLEZIONE DELLA BIBLIOTECA DI HOGWARTS di J.K. ROWLING

La Collezione della Biblioteca di Hogwarts - J.K. Rowling
Editore : Pottermore from J.K. Rowling
Prezzo cartaceo : Non disponibile
Prezzo e book : EUR 15,99
Data d'uscita : 1 Settembre 2017


Trama:
Una collezione di tre libri conservata con amore dagli utenti della grande biblioteca della Scuola di magia e stregoneria di Hogwarts: Gli Animali Fantastici: Dove Trovarli, capolavoro di Newt Scamander sulle creature magiche; Il Quidditch Attraverso i Secoli, una storia esauriente del gioco e delle sue regole, e Le Fiabe di Beda il Bardo, con un'introduzione e le illustrazioni di J.K. Rowling e dettagliati commenti di Albus Silente. Un tesoro prezioso contenente fatti riguardanti la magia e favole, la Collezione della biblioteca di Hogwarts è un completamento essenziale della serie di Harry Potter. Questa collezione include l'edizione aggiornata di Gli Animali Fantastici: Dove Trovarli, con una nuova prefazione di J.K. Rowling (con il nome di Newt Scamander) e sei nuovi animali!

10 SERIE CHE NON HO INTENZIONE DI CONTINUARE

Salve lettori,
a differenza di quella della settimana scorsa, questa non è una vera e propria top10 ma piuttosto un elenco di 10 serie che ho iniziato ma che non ho più alcun interesse nel continuare. I libri non sono quindi posti in ordine di gradimento ma in ordine puramente casuale, inoltre per ognuno vi lascerò un piccolo commento per spiegare il motivo per cui non voglio più continuare quella data serie.
Come al solito faccio le stesse premesse: questa è una lista puramente personale, non ho intenzione di offendere chiunque abbia gradito queste letture, né gli autori, né le case editrici. Si tratta di un parere puramente soggettivo e non è d'obbligo pensarla come la penso io, quindi sentitevi liberi di apprezzare qualsiasi cosa vi va di apprezzare, per me non fa alcuna differenza.
Pace a Amore, ora iniziamo!

10.The Maze Runner di James Dashner

Questo può essere definito uno dei pochi casi in cui non sono realmente sicura di voler abbandonare la trilogia, sia perché il primo libro mi era effettivamente piaciuto sia perché il concetto di base è molto interessante, però purtroppo succede che con il passare degli anni si perda semplicemente interesse per una serie che all'inizio sembrava fantastica.








9. Trilogia Canti delle Terre Divise di Francesco Gungui
                                                                                                                                                               
Il primo approccio che ho avuto con questa serie è stato uno dei più sbagliati: ho preso il primo volume quasi completamente a scatola chiusa, attirata semplicemente dai colori sgargianti della copertina e dall'edizione davvero molto bella. Sono passati un paio d'anni da quando ho letto questo libro ma il ricordo è ancora vivido. Il libro mi era sembrato troppo affrettato, sconclusionato e a tratti assurdo. Le voci sul secondo volume, dicono infatti che sia anche peggio del primo, mi hanno portata ad abbandonare definitivamente la trilogia.





8. Le Cronache Lunari di Marissa Meyer

Sento già l'eco dello scandalo che imperversa in voi ma per questa serie ho una buona motivazione. In primo luogo lo stile di scrittura non mi era molto piaciuto, ricordo delle abbreviazioni oscene all'interno del libro che al tempo mi fecero rabbrividire, e soprattutto l'elemento sorpresa. Ricordo infatti di aver capito già da metà libro quale sarebbe stato il plot twist e questo mi aveva lasciata molto amareggiata perché speravo in un finale con il "botto", che invece si era rivelato semplicemente ciò che mi aspettavo.






7. Lupi di Mercy Falls di Meggie Stiefvater

Ricordo di aver acquistato il primo libro della trilogia e di aver subito pensato a quanto poco c'entrasse con il genere fantasy. Nonostante i protagonisti siano dei licantropi il resto della storia è totalmente regolare ed è fin troppo incentrato sulla storia d'amore tra i due protagonisti (se avessi voluto leggere una storia d'amore avrei preso un romance) tra cui c'è anche una sorta di insta-love, che è uno dei cliché che più odio nella letteratura. Mi dispiace ma non è la serie che fa per me.






6. The Giver di Lois Lowry

 Questo è un libro a cui ho dato una valutazione molto alta, 4 o 5 stelline se non ricordo male, ma per quanto mi fosse piaciuto preferisco il finale di questo primo volume ad un qualsiasi tipo di sequel. Per questo semplice motivo ho deciso di abbandonare la serie, sono troppo egoista per continuare.









5. Alice in Zombieland di Gena Showalter

Di questa trilogia ho letto i primi due libri, su cui ho due opinioni completamente diverse e contrastanti. Il primo libro è stato davvero carino, uno young adult molto semplice con l'aggiunta splatter degli zombie, insomma nulla di pretenzioso ed io l'ho accettato così com'era. Il secondo volume invece è stato uno dei sequel più brutti che abbia mai letto, completamente inconcludente ai fini della trama e con troppo, ma fin troppo dramma.








4. Trilogia The Dark Elements di Jennifer L. Armentrout

A malincuore devo citare in questa lista anche la trilogia The Dark Elements di Jennifer L. Armentrout, che è un'autrice che non mi dispiace affatto. Dico a malincuore perché il primo volume di questa serie mi era piaciuto parecchio, molto nello stile della Armentrout creare dei Paranormal Romance con i fiocchi, ma il secondo volume purtroppo è stato uno dei sequel più inutili che abbia mai letto, oltre al fatto che non succede praticamente nulla fino alle ultime dieci pagine. Mi dispiace per l'autrice che ho apprezzato in altre serie, ma per me questa è un no.





3. Serie Beautiful Creatures di Kami Garcia e Margaret Stohl

Di questa tetralogia ho letto i primi due libri, o quasi. Il primo libro è stato davvero carino, era uno dei primi libri con un protagonista maschile che leggevo, e mi era sembrato un buon prodotto. Il secondo volume invece, come ormai avete capito accade sovente, è stato una totale delusione tanto da non terminarne nemmeno la lettura. Oltre ad essere estremamente letto, La Diciassettesima Luna dirigeva le vicende in una direzione che non mi piaceva molto, quindi ho deciso di terminare la mia agonia.






2. Trilogia dei Sogni di Kerstin Grier 
 
Anche questa trilogia, giudicandola dal primo volume, era abbastanza promettente. Il primo volume mi era piaciuto abbastanza, l'ho trovato originale per la sua trama ma molto comune per la caratterizzazione dei personaggi (a volte stereotipati). Il secondo volume invece mi ha annoiata tantissimo, tanto che non ricordo se l'ho finito o meno. Comunque non ho intenzione di continuare la serie.


1. Serie Splintered di A. G. Howard 

Parto dal presupposto che ho iniziato questa serie perché attirata dalla copertina, ed anche dal basso costo, ma soprattutto per la fama che aveva in America. Il primo volume non mi era dispiaciuto, niente di particolare a parer mio, ma non riuscivo decisamente a sopportare  né la protagonista né il triangolo amoroso che si era andato a creare. Aveva già le basi per diventare una serie che non mi sarebbe piaciuta, quindi ho preferito terminare qui la lettura senza troppi indugi. 



Eccoci finalmente al termine di questa lista, spero che questo format vi piaccia (ma quante views abbiamo fatto con la scorsa top10!!?) e che non ve la siate presa se uno dei vostri libri preferiti è stato citato in questo elenco.
Come al solito vi invito a commentare e dirmi quali sono le serie che avete deciso di interrompere e per quale motivo.
Alla prossima!






sabato 12 agosto 2017

Recensione - Traveller di Alexandra Bracken

TRAMA:Etta Spencer non sapeva di essere una "viaggiatrice" fino al giorno in cui si è ritrovata a chilometri e secoli di distanza da casa sua. Ora, di nuovo sola, in un luogo e in un tempo a lei sconosciuti, derubata dell'unico oggetto in grado di proteggere la linea temporale e salvare sua madre, e lontana da Nicholas, il ragazzo che ama, deve fare i conti con una rivelazione tanto scioccante da mettere in discussione quello per cui lei ha combattuto fino ad ora, e cambiare per sempre il suo futuro. Un futuro che Nicholas è pronto a tutto pur di salvare. Devastato dalla scomparsa di Etta, sta infatti cercando disperatamente di rintracciarla, per aiutarla a risolvere insieme questo disastro, come era destino. Ma, mentre Etta e Nicholas continuano a cercarsi ai confini del tempo e del mondo, e i viaggiatori sono impegnati in una spietata battaglia per il potere, la posta in gioco si alza. Perché esiste qualcosa di ben più potente dell'astrolabio che tutti vorrebbero. Un potere antico e pericoloso che minaccia di sradicare del tutto la linea temporale...



RECENSIONE: Le vicende di Traveller ripartono subito dopo la fine del primo volume, Passenger, che vede i due protagonisti Etta e Nicholas ormai separati, entrambi proiettati in due differenti epoche storiche. Etta realizza di essere completamente sola e di aver perso le uniche persone che avrebbero potuto farle da guida, ovvero sua madre e Nicholas, mentre il giovane pirata si ritrova in compagnia di Sophia, anch'ella nipote della famiglia Ironwood, a condividere un viaggio alla ricerca dell'astrolabio.
Anche Etta è alla ricerca dell'astolabio ma alcuni strani incontri la porteranno a fare un paio di deviazioni in modo così improvviso da provocarle delle vere e proprie scosse emotive. Nicholas e Sophia cercano di assemblare tutti i pezzi possibili lasciatogli da Rose, con cui hanno prestabilito di incontrarsi in un determinato anno e in un determinato posto, ma la sorte vuole che proprio nel momento in cui i due ragazzi sembrano essere sulla buona strana, nel momento in cui stanno per mettere le mani sulla lettera di Rose che rivela qual è l'anno in comune tra le due linee temporali create da Ironwood, i due compagni vengono derubati.
Da questo momento in poi grandi avventure si susseguono in giro per i secoli, molti pezzi iniziano ad essere messi insieme, i ragazzi faranno nuove conoscenze e subiranno nuovi tradimenti. Chiunque incontrino sembra volergli impedire di arrivare all'astrolabio e, nel frattempo, i due giovani innamorati si ritrovano ancora separati l'uno dell'altra. 


Questo secondo ed ultimo volume della duologia di Alexandra Bracken mi ha lasciata abbastanza interdetta. Provo delle sensazioni contrastanti nei confronti di questo libro che, da un lato non riesco ad odiare perché è innegabile che la storia sia stata costruita con una certa attenzione e con una certa cura, ma dall'altro invece Traveller non regge minimamente il confronto con il suo predecessore Passenger che, sia a livello di trama che di scrittura, si erge sopra a questo secondo volume schiacciandolo completamente. Mi dispiace sempre molto quando una serie che ha delle grandi potenzialità viene sprecata per alcuni piccoli errori dell'autore. In questo caso l'errore della Bracken è stato quello di "allungare il brodo", come mi piace definirlo; sin dall'inizio si nota subito come i capitoli vengano allungati di proposito, per non dare alla storia un finale troppo sintetico e troppo affrettato, ma l'esito è praticamente l'opposto: il libro risulta lento e noioso per la maggior parte del tempo. Lo stile dell'autrice, come già detto nella recensione del primo volume, è abbastanza articolato (non nel senso che sia difficile da interpretare o che utilizzi un lessico chissà quanto ricercato) e quindi la combinazione delle due cose ha dato vita un libro che, a mio parere, avrebbe potuto contare la metà delle pagine e avrebbe avuto lo stesso un impatto positivo sul pubblico.  
Le vicende e le dinamiche del libro sono abbastanza interessanti, i viaggi nel tempo sono sempre molto belli da leggere, ma una cosa che manca rispetto al volume precedente è un po' di pathos e anche un minimo di descrizione spaziale, per rendere il viaggio ancora più evocativo e far immergere completamente il lettore nell'ambientazione (in quel caso anche se fossero stati aggiunti capitoli per prolungare la storia, il lettore non lo avrebbe nemmeno notato).
I personaggi, come anche nel volume precedente, mi sono molto piaciuti. Alcuni mi hanno felicemente sorpresa, nel senso che non mi sarei mai aspettata che andando avanti con la storia mi sarebbero mai piaciuti, altri hanno invece confermato la mio opinione dal volume precedente. Sophia, un personaggio che in Passenger non aveva attirato per nulla la mia attenzione e nemmeno particolarmente la mia simpatia, riesce a riscattarsi in Traveller dove, insieme a Nicholas, ha alcune scene davvero belle, alcune scene che "funzionano" e che alleggeriscono di molto l'aria sempre molto carica di ansia che è quella di questo volume.
Nicholas e Etta rimangono dei personaggi di cui mi piace molto leggere, non nego di essermi affezionata alla loro causa e le loro scene solitamente sono molto leggere e molto dolci. Proprio per questo mi sarebbe piaciuto che l'autrice sfruttasse meglio la loro coppia, in quanto hanno molto chimica e funzionano come coppia sia a livello puramente romantico che come partner di viaggio.
La trama si snoda in maniera interessante, le vicende si complicano dopo la fine del primo volume e tutto riesce ad essere chiarito alla fine del romanzo. Non posso svelare troppo della trama, anche perché poi verrebbe rovinata la lettura, ma posso dire che alcuni capitoli sono decisamente più movimentati di altri e in alcuni le rivelazioni e i plot twists si susseguono. Questi ultimi sono i capitoli che più ho preferito leggere, anche se sempre molto a rilento a causa dello stile di scrittura. 

In generale il libro mi piaciuto abbastanza, non considero questa l'opera migliore dell'autrice, che a mio parere è in grado di scrivere qualcosa di decisamente migliore di questo, ma nemmeno disdegno la duologia che, a modo suo, mi ha resa partecipe di un bel viaggio nei secoli. Il primo volume è decisamente il mio preferito tra i due, ma quest'ultimo merita una valutazione media sia perché è sempre molto difficile mantenere il confronto con un così bell'esordio come quello di Passenger, sia perché in generale non mi è dispiaciuta la lettura, nonostante ne abbia individuato alcune lacune. 

Consiglio questa duologia a chi vuole leggere una storia in pieno stile young adult ma che abbia uno stile di scrittura più ricercato, che si distacca un po' dal solito stile semplice e scorrevole che è tipico del genere. Lo consiglio a chi è alla ricerca di una bella storia coinvolgente ma senza troppe pretese.
Il mio giudizio è di 3/5



venerdì 11 agosto 2017

TRENO ESPRESSO PER L'UNIVERSO di PHILIP REEVE

Treno Espresso per l'Universo - Philip Reeve
Editore : Giunti
Prezzo ebook : EUR 7,99
Prezzo cartacceo : EUR 14,00
Data d'uscita : 30 Agosto

Trama :
Zen e Nova, l'affascinante androide con le lentiggini, sanno cosa significhi viaggiare a bordo dei treni che uniscono mondi remoti: vengono dall'Impero della Rete, le cui stazioni sono sparpagliate per mezza galassia. Ma questa volta è diverso. Sono passati attraverso un gate che non dovrebbe esistere e hanno infranto ogni regola pur di aprirlo. Non sanno dove li condurrà e non possono più tornare indietro. Intanto l'Imperatrice della Rete ha liberato Chandni Hansa dalla prigione in cui era ibernata da lunghi anni e mentre attorno a loro esplode una guerra Zen e Nova devono fuggire per salvarsi la vita. Ma dove possono rifugiarsi, se nessun luogo è sicuro? La misteriosa Zona di Luce Nera li attrae con il suo oscuro richiamo e il cammino di Zen a volte si separa da quello di Nova, per poi tornare a incrociarlo. Tra il canto rombante dei treni, le urla di battaglia e il fragore degli spari ritroveranno mai la strada di casa? Ed esisterà ancora la loro casa?

TOP 10 - LE PUBBLICAZIONI ITALIANE PIU' ATTESE

Salve lettori,
il 2017 ormai sta scivolando via più veloce che mai ma ci sono ancora molte novità che questa secondo metà (o meno) dell'anno ha in serbo per noi per quanto riguarda le uscite libresche. In questa top 10 vi illustro quelle che sono le mie uscite libresche più attese, suddivise in una classifica del tutto personale e che quindi non vuole influenzare la vostra opinione o svalutare il valore di un qualsiasi libro.
Fatte le dedite premesse, cominciamo!

10. The Darkest Minds di Alexandra Bracken

In un mondo dove la stragrande maggioranza della popolazione è stata sterminata da una enorme epidemia, un gruppo di ragazzini scopre di avere delle nuove abilità potenzialmente pericolose, che se utilizzate nel modo sbagliato, potrebbero essere utilizzate per combattere questo crudele governo.









9. Everlife. La scelta di Gena Showalter 

Tenley "Ten" Lockwood è una normale ragazza di diciassette anni... che ha trascorso gli ultimi tredici mesi bloccata all'interno del Prynne Asylum. Il motivo? Non la sua ossessione per i numeri, ma il suo rifiuto di lasciare che i genitori scelgano dove vivere, dopo la sua morte. Nell'Everlife due regni sono al potere: Troika e Myriad, nemici di lunga data e rivali mortali. Entrambi faranno di tutto per reclutare Ten, compreso l'invio dei loro migliori Laborers per attirarla al loro fianco. Presto Ten si ritrova in fuga, coinvolta in un selvaggio tiro alla fune tra i due regni che faranno di tutto per avere diritto alla sua anima. Di chi si può fidare? E se il regno da cui lei è attirata non è quello del ragazzo di cui si sta innamorando?




8. Queen of Hearts di Colleen Oakes

Come Principessa del Palazzo di Wonderland e futura Regina di Cuori, i giorni di Dina scorrono lenti in una monotonia infinita di tè, torte e umiliazioni feroci per mano di suo padre, il Re di Cuori. L'unica cosa positiva dei suoi giorni è rifugiarsi tra le braccia di Wardley, il suo migliore amico d'infanzia, futuro Fante di Cuori.. e amore della sua vita. Quando però un incantevole straniero arriva al Palazzo, tutto quello che ha sempre voluto rischia di sgretolarsi. Mentre si avvicina la data dell'ncoronazione, una serie di eventi sospetti e sanguinosi suggerisce che qualcosa di sinistro si aggira nelle sale stravaganti di Wonderland. Tocca a Dinah svelare i misteri che si nascondono all'interno del palazzo prima che lei perda la sua testa per colpa di un nemico intelligente e senza volto


 7. Caraval di Stephanie Garber

Scarlett non ha mai lasciato la piccola isola dove lei e l’amata sorella Tella vivono con il padre. Ora il padre di Scarlett le ha combinato un matrimonio e lei pensa che il suo sogno di vedere Caraval, la performance della durata di una settimana che accade solo una volta l’anno e in cui gli spettatori partecipano attivamente, è ormai svanito.  Ma quest’anno Scarlett riceva l’atteso invito. Appena arrivata Tella viene rapita dall’ideatore di Caraval, chiamato Legend. Da qui parte un gioco: chiunque riesca a trovare Tella per primo riuscirà a vincere il gioco. Se ciò non accade verrà innescato un effetto domino, quindi la sorella di Tella sarà in pericolo.




6. La Ladra di Neve di Danielle Peige


Neve è una ragazza di diciassette anni che ha passato la sua vita chiusa in ospedale psichiatrico.Il suo primo bacio si rivela tutt'altro che innocente quando Bale, il suo unico amore, le farà del male. Nonostante Neve sa che Bale non le farebbe mai del male, si vede comunque portata via l'unica speranza per qualsiasi tipo di futuro in quell'ospedale psichiatrico che lei chiama casa. Neve si ritrova attratta da una nuova arrivata che sussurra segreti nella notte su un passato misterioso, di un regno che per lei è l'assunzione se solo riuscisse a trovare la via verso un albero che ha ossessionato i suoi sogni.Oltre l'albero si trova Algida, una terra lontana, congelata da un re spietato. Lì la attenderanno il fiume Strega, un ragazzo chiamato Kai, l'affascinante ladro Jagger e una profezia che Neve dovrà compiere per salvarli


 
5. Magic di V. E. Schwab

Kell è uno degli ultimi maghi rimasti della specie degli Antari ed è capace di viaggiare tra universi paralleli e diverse versioni della stessa città: Londra. Ci sono infatti la Rossa, la Bianca, la Grigia e la Nera, dove accadono cose diverse in epoche differenti. Kell è cresciuto ad Arnes, nella Londra Rossa, e ufficialmente è un ambasciatore al servizio dell’Impero Maresh, in viaggio alla corte di Giorgio III nella Londra Bianca, la più noiosa delle versioni di Londra, quella senza alcuna magia. Kell in verità è un fuorilegge: aiuta illegalmente le persone a vedere anche solo piccoli...



4. La Battaglia delle Tre Corone di Kendare Blake

Tre regine si contendono un solo trono, ognuna di loro possiede dei poteri straordinari. Mirabella riesce a controllare gli elementi, quindi scatenare un’improvvisa tempesta o appiccare un incendio, Katharine è in grado di preparare delle pozioni letali provocando poco più che un mal di stomaco mentre Arsinoe è in grado di gestire ogni elemento della natura, che sia lo sbocciare di un fiore o il più feroce dei leoni. Ma diventare regina non è così semplice, le tre sorelle dovranno lottare per stabilire che tra di loro ha il diritto di reclamare la discendenza al trono. La notte in cui le tre sorelle compiono sedici anni, la battaglia avrà inizio.

 




3. Rebel. L'eroe del Deserto di Alwyn Hamilton

Nonostante l’esecuzione capitale del Principe Ahmed, la ribellione che rende inquieto il deserto del Miraji non si è placata e il Sultano indice nuove gare per scegliere un principe ereditario, sperando così di ingraziarsi la popolazione. Tra gli avversari, Amani non ha ancora recuperato completamente i suoi poteri e le rimane un’unica possibilità se vuole liberare i ribelli prigionieri: correre il rischio di evocare un genio per chiederne l’aiuto. E in mezzo alle montagne non troverà un genio qualsiasi, ma proprio l’essere immortale che ha tradito il Primo Eroe. In mezzo a una natura selvaggia e affascinante Amani deve affrontare sfide cruciali. Amore, vita, morte, queste le parole chiave delle scelte che la aspettano…





2. Signore delle Ombre di Cassandra Clare

Emma Carstairs ha finalmente vendicato i suoi genitori. Pensava di essere in pace con se stessa. Ma ora è tutto fuorché tranquilla. Combattuta tra il desiderio per il suo parabatai Julian e il bisogno di proteggerlo dalle brutali conseguenze che scaturirebbe una relazione tra parabatai, ha iniziato a vedere suo fratello Mark. Ma Mark ha passato gli ultimi cinque anni prigioniero dei faeries; potrà mai essere un vero Shadowhunter di nuovo?
Anche la corte faerie è in tumulto. Il Re Unseelie è stanco della Pace Fredda e non è più disposto ad accettare le richieste degli Shadowhunters.
Combattuti tra le pretese dei faerie e le leggi del Conclave, Emma, Julian e Mark devono trovare un punto d'incontro per difendere tutto ciò che hanno a cuore, prima che sia troppo tardi




1.  Una Fiamma nella Notte di Sabaa Tahir

Per tutta la vita, a Elias è stato ripetuto che il suo destino era servire l'Impero. Ma tutto è cambiato quando lui si è rifiutato di giustiziare Laia, una schiava la cui unica colpa era sognare un mondo migliore. In quell'istante, Elias ha capito di non voler diventare lo strumento di un regime oppressivo e autoritario, che ha proibito ogni forma di scrittura. E per questo è stato condannato a morte. Tuttavia in suo aiuto è accorsa Laia, che adesso gli propone un patto: lei lo farà scappare se, in cambio, lui la guiderà fino a Kauf, la famigerata prigione in cui sono reclusi i traditori, e l'aiuterà a organizzare l'evasione di suo fratello Darin. Elias accetta e scoprirà che tra i soldati che gli danno la caccia c'è anche Helene, la sua amica più fidata. E adesso Helene ha un solo, straziante obiettivo: ucciderlo...



Okay, siamo giunti al termine di questa classsifica. Molti dei titoli che vi ho citato sono già in pubblicazione e hanno già una data d'uscita piuttosto certa, per alcuni altri invece la pubblicazione è ancora dubbia ma si spera che prima o poi (più prima che poi) vengano tradotti in italiano.
Ora tocca a voi farmi sapere quali sono i dieci libri di cui più attendente che sia pubblicata una edizione italiana lasciando un commento qua sotto.
Alla prossima!